Separazione ed eredità; quali conseguenze?

Sono separato legalmente da 4 anni e non ancora divorziato. Se dovessi comprare casa mia moglie potrebbe fare qualche rivalsa economica ed in caso di morte avrebbe dei diritti.? Grazie P.
Paolo R.

La separazione personale dei coniugi comporta, ai sensi dell'art. 191 c.c., lo scioglimento della comunione; ciò significa che gli acquisti effettuati successivamente allo scioglimento non rientrano nella comunione dei beni e rimangono nella esclusiva titolarità dell'acquirente.

Quanto ai diritti ereditari è bene ricordare che la separazione legale tra gli sposi non comporta il mutamento dello status di coniuge (si tratta sostanzialmente di una autorizzazione a vivere separati) e che non anticipa gli effetti dello scioglimento del matrimonio (che si ottiene solo con il divorzio). Vale a dire che, in caso di morte del coniuge separato, l'altro coniuge al quale non sia stata addebitata la separazione (con sentenza a seguito di separazione giudiziale e non consensuale) partecipa all'eredità nella misura prevista dalla legge, di fatto come se non fosse separato.

Per recidere definitivamente i diritti ereditari tra i coniugi occorre pertanto chiedere il divorzio.

Cordialmente

avv. Daniel Cibin

  • Nessun commento trovato
Aggiungi commento

Competenze dello studio

1

Diritto di famiglia

Separazione, divorzio
2

Famiglia senza matrimonio

Coppie di fatto, diritto dei minori
3

Diritto immobiliare

Sfratti, locazioni ed esecuzioni
4

Diritto ereditario

Successioni ed eredità
5

Gestione del credito

Recupero, esecuzioni
7

Crisi d'impresa

Procedure concorsuali
8

Responsabilità civile

Risarcimenti